La Bioequivalenza

Due farmaci per i quali è dimostrata l’equivalenza farmaceutica (quantità di principio attivo, forma farmaceutica e via di somministrazione identiche) sono definiti bioequivalenti quando la loro biodisponibilità non è diversa.

Dal momento che l’efficacia terapeutica e la tollerabilità di un farmaco sono la conseguenza diretta del comportamento farmacocinetico del farmaco stesso (e quindi della sua biodisponibilità), essere bioequivalenti significa avere la stessa efficacia terapeutica e possedere un profilo di tollerabilità comparabile.

Il farmaco equivalente è pertanto efficace e sicuro come il farmaco originatore.

Cerca il farmaco equivalente

 Stiamo Elaborando i tuoi dati
Richiesta Inviata
C'è stato un problema riprova più tardi