03 Novembre 2017

Novembre? Un mese con i baffi!

Novembre è ormai il mese della crescita dei baffi, ma tale manifestazione potrebbe non significare solamente un certo rimpianto per gli anni 80

Da una parte o dall’altra della barricata, durante l’assedio al buon andamento della pace domestica chiamato adolescenza, abbiamo imparato che il vestiario e la capigliatura, tanto sono più “strani” quanto più vogliono significare qualcosa.

Così, se ci è capitato di vedere figli o nipoti (o siamo stati noi quei figli o nipoti) truccati o pettinati in maniera un po’ stravagante, abbiamo fatto pace con il fatto che questi fossero tutti modi per esprimere una particolare personalità.

Da sempre rientrano in queste espressioni personali anche la comparsa di “un bel paio di baffoni”. Oggi però dobbiamo fare attenzione al mese della crescita dei baffi, perché tale manifestazione potrebbe non significare solamente un certo rimpianto per gli anni 80 o la passione per qualche moto di grossa cilindrata, ma potremmo esserci imbattuti in un “Mo Bro”.

Cos’è un Mo Bro? Semplicemente un uomo che aderendo all’appello della Movember foundation, ha deciso di farsi crescere i baffi con l’idea di cambiare la faccia della salute degli uomini. Un'iniziativa che vuole aumentare la consapevolezza maschile verso la diagnosi e la prevenzione del carcinoma della prostata e altre patologie. Da quanto riportano le statistiche, infatti, per le donne la visita dal ginecologo è consuetudine, ma questo non sembra esserlo altrettanto per gli uomini.

Se sei interessato ad avere più informazione sull'iniziativa, puoi consultare il sito https://ex.movember.com. Troverai l'apposita sezione per iscriverti e da allora...avrai l'ufficiale ed onorevole pretesto per farti crescere i baffi, potrai inoltre contribuire alla raccolta fondi e diventarne per un mese testimonial vivente.

In ambito più italiano, per avere maggiore consapevolezza verso certe tematiche è possibile consultare il sito della società urologica italiana http://www.siu.it/.

Cosa dire quindi ? Se abbiamo accanto qualcuno che non ha mai fatto una capatina dall’urologo, sia che sia in possesso di una paio di bei baffi o meno, potremmo consigliargli di prendere la palla al balzo e farlo, sicuramente gli farà bene!

Cerca il farmaco equivalente

 Stiamo Elaborando i tuoi dati
Richiesta Inviata
C'è stato un problema riprova più tardi